martedì 23 novembre 2010

Et voilà, le SALON !!!

Carissime eccomi qui.
Come per l'anno scorso ci vorranno giorni per smaltire tutta l'euforia di questo weekend parigino.Vi avevo accennato nel mio post precedente,la mia intenzione di visitare, per la seconda volta , il salone della creatività a Parigi.http://www.creations-savoir-faire.com/
La visita si è svolta il venerdì sera, quando , con l'orario prolungato fino alle 21, si possono visitare meglio gli stand in quanto, dopo le 17, tende a svuotarsi un po' ( ma poco poco !!)Questa volta i miei acquisti erano decisamente mirati ma ho comunqure percorso tutte le corsie , suddivise per generi di creatività. Ho notato alcune differenze, rispetto all'anno scorso, tra le quali la minore presenza di espositori che vendevano lane ma una maggiore presenza di stands giapponesi, con filati particolari, da lavorare con le mani, stoffe, chirimen e carte stampate per origami o meravigliosamente tinte a mano.Lo zakka style è sempre molto presente e gli espositori che offrivano kit per la realizzazione dei Doudou erano svariati, con a capo lo stand de La Sardine, la mia preferita.
Quest'anno il tema assegnato ai vari espositori per la mostra nel corridoio centrale ,con i loro lavori, era " Alice nel paese delle meraviglie" e ho visto lavori davvero belli. Gli ateliers creativi erano sempre affollatissimi
e molti stand sono stati inavvicinabili per tutta la durata della mia visita, ovvero è stato impossibile comprare nastri, a meno che di non ingaggiare un match di lotta greco-romana!
Mr . Sixtyfive è rimasto allibito dalla quantità di donne creative tutte insieme.Mi sono molto divertita nell'osservarlo aggirarsi in quel gineceo !
E comunque ha trovato anche lui qualcosa di interessante per il quale soffermarsi a chiedere, ovvero i vari Dremel con mille accessori e possibilità e macchine da cucire che sembravano la replica dell'astronave Enterprise di Star Trek.Sono rimasta leggermente delusa dal reparto carta & Scrapbooking in quanto, varietà di carte bellissime a parte, è stata una vera invasione di fustellatori a pressione ed embossing che ,dopo un paio di stands ben forniti, erano sempre e comunque identici in tutti gli altri .Non amo lo scrapbooking digitale e anche qui ho avuto modo di vedere numerosi espositori,che ho saltato velocemente.Le stoffe sono sempre meravigliose , non si riesce a restare immuni dall'acquisto compulsivo mentre , invece, ho visto pochissimi bottoni in madreperla o comunque grandi tradizionali, a favore, invece, di una grande offerta di bottoni fantasiosi in Fimo, che riproducevano molti soggetti e forme, ma, anche li, dopo poco si ripetevano.
Mr.Sixtyfive mi ha tristemente fatto notare che , anche nel mondo creativo, il business è business e la frenetica corsa all'offerta del trend del momento, va a discapito dell'originalità dei prodotti.Comunque sia è sempre una bella esperienza, questa visita e , se non succederà nulla di diverso, conto di tornarci anche l'anno prossimo.
Per Rimanere in tema creativo, il giorno dopo , siamo andati a Montmartre, così mi sono riempita gli occhi con tutti gli ateliers colorati che ho potuto fotografare e che mi danno la speranza di poter un giorno averne anch'io uno, magari proprio li,chi lo sa?Vi lascio, per ora con il video di un concertino live che ho ripreso proprio a Montmartre, con un orchestrina di ottoni tutta femminile, che si è divertita e ci ha divertito suonando i pezzi pop più strani, passando dagli Outcast a Prince etc....Pubblichero' a breve altre immagini di Parigi e del Salon, per ora, buona visione

video

3 commenti:

elena fiore ha detto...

Che nostalgia Claudia!
Porca paletta, non mi stanca mai vedere tutto quel ridondare di bellezza.
Gli allestimenti del Salòn, sono sempre uno spettacolol!
Bacione, ciao
elena°*°

Perline e bottoni ha detto...

Rosication! Io sono stata a Bologna, va bene uguale? Ma al posto di Mr Perlino che per fortuna non ho ero con n meravigliose bloggers creative esimpaticissime. (Rosico lo stesso...)

Erre54 ha detto...

anch'io anch'io anch'io....

Blomming

traduttore

strelitzia reginae

strelitzia reginae
un'interpretazione floreale...ognuno ha il suo periodo....